Post

LA BETTOLA CELESTE - Resoconto à la carte del Vecchio Carnevale Blogghereccio

Immagine
 "Mangia all'alba per aprire gli occhi, Mangia a mezzogiorno per diventare forte, Mangia a sera e parla a lungo, Mangia di notte, se vuoi essere saggio". - L'Artiglio del Conciliatore, Gene Wolfe A luglio ho deciso di aprire un chioschetto sulla spiaggia per ospitare il Vecchio Carnevale Blogghereccio nell'Arcipelago. I migliori autori della blogosfera italiana sono sbarcati sull'isola per presentare le loro specialità e io le ho raccolte in un piccolo menù speciale, pronto a stuzzicare il vostro appetito. Benvenuti alla Bettola Celeste. Acqua e vino a parte. Cafe (1928) by Ernst Ludwig Kirchner ANTIPASTI Cibo e cucina aventuriana (raro, esotico) - Articolo sul cibo di Uno sguardo nel buio Specialità della casa del ristorante "La compagnia delle dodici gemme" 5+1 Cibi da viaggio medievale (tradizionale, equilibrato) - Articolo storico sui cibi da viaggio di Chef Marrelli del ristorante "EduPlay" PRIMI Tabella genera menù per taverne  (cla

IL RUMINANTE - Una creatura per il Vecchio Carnevale Blogghereccio

Immagine
Luglio è il mese del cibo nel Vecchio Carnevale Blogghereccio . Per l'occasione ho chiesto a una mia cara amica illustratrice di disegnare qualcosa che fosse in tema, con l'intenzione poi di sviluppare un contenuto originale a partire dal disegno stesso. Questo è il risultato del nostro esperimento: IL RUMINANTE "Centonovantanove anni fa le terre dei padri e dei figli furono devastate dalla carestia. I campi non producevano il grano, sugli alberi non crescevano le arance. Allora i più saggi tra gli uomini parlarono in cerchio, curvi sui tomi degli antichi, e quando venne la notte celebrarono i rituali genetici. Le vacche stanche dalle mammelle aride, incapaci ormai di trascinare l’aratro, furono piegate alla scienza del sangue nel tentativo di generare delle macchine agricole assolute.   I Ruminanti giunsero all’alba. E a loro vennero affidate le zappe senza filo e i secchi arrugginiti in cui versare il latte dorato. La terra tornò a prosperare senza il lavoro dell’uomo c

Vecchio Carnevale Blogghereccio: IL CIBO

Immagine
 Con il mese di luglio è arrivato il momento di ospitare il Vecchio Carnevale Blogghereccio qui nell'arcipelago celeste; il tema di questo mese sarà "IL CIBO". Qualcuno ha giustamente fatto notare che un ottimo metodo per comprendere il setting di un gdr è attraverso le sue tabelle di equipaggiamento - qui  ad esempio il mio tentativo di descrivere Terminus Radioso in 36 oggetti - ma da bravi italiani sappiamo bene che il modo migliore per farlo è attraverso il suo cibo. Quanto è importante il cibo ai nostri tavoli? Parlo del junk food extradiegetico con cui riusciamo a sopravvivere anche a sessioni di 4+ ore, ma soprattutto parlo di quello diegetico nelle nostre avventure. da Flickr Molte avventure iniziano o finiscono in una locanda. Ma cosa si mangia in quella locanda specifica? Il cuoco è rinomato per le sue prelibatezze o sta cercando di avvelenarvi? Potrebbe aver bisogno di alcuni ingredienti e lanciarvi addosso una quest culinaria? Cosa si può comprare al mercato

Il Martire - Una classe per il Glog (Hack)

Immagine
Secondo appuntamento con il Vecchio Carnevale Blogghereccio  a tema Religione . Questa volta proviamo a buttare giù una classe per il Glog Hack , un regolamento OSR gratuito e tradotto in italiano, che potete trovare  qui . IL MARTIRE Morirai o sarai sottoposto a pene corporali per avere testimoniato la tua fede senza mai abiurarla. Anche dopo che ti avranno messo a tacere, la tua testimonianza continuerà a vivere nel mondo. Punti ferita iniziali : For/2 (arrotondato per difetto) PF di classe : +3 Dado Danno : 1d4 Competenza nelle armi : flagelli Competenza nelle armature : VA1 Equipaggiamento iniziale : cilicio (VA1), flagello, ciotola per l'elemosina. A : Visione del martirio, Elemosina B : Autoflagellazione, Lodi del mattino  C : Sacro terrore, Miracolo, Preghiera della sera D : Martirio A: Visione del martirio Hai avuto una visione di quale sarà il tuo Martirio. Fino a quando non si verificheranno le stesse identiche condizioni, non potrai morire (non tiri mai sulla tabella

1d10 Ragioni per prendere il largo

Immagine
Per inaugurare la rubrica del Vecchio Carnevale Blogghereccio , che questo mese ha come tema " Il mare ", avrei voluto scrivere una piccola guida su come impostare una campagna "Saltbox", ovvero un Sandbox a tema marittimo. Purtroppo il poco tempo a disposizione mi ha permesso di svilupparne solo il primo, ideale, paragrafo: alcuni buoni motivi per imbarcarsi su una nave. Spero un giorno di riuscire a tornare sull'argomento e di scrivere questa guida che mi sta molto a cuore. "Fishing Boats with Hucksters Bargaining for Fish" - Joseph Mallord William Turner, 1837/38 1d10 Ragioni per prendere il largo (tira o scegli la ragione che preferisci, alcune di esse possono essere usate come agganci per future avventure) Una brutta storia di corna . Tua moglie/marito ti sta cercando e la sua famiglia ha risorse e informatori in ogni angolo dell’impero. Un intero oceano tra te e loro potrebbe essere un buon diversivo. O forse no. Labbra salate . Passeggiando sul

The GLOG Hack - Edizione italiana

Immagine
The GLOG Hack   è una versione alternativa del GLOG di Arnold K, scritta da Sam C di Enthusiastic Skeleton Boys . GLOG è l’acronimo di "Goblin Laws of Gaming", un regolamento OSR scritto da Arnold K di Goblin Punch . Arnold col suo gioco ha ispirato numerosi blogger che hanno contribuito ad espanderlo con versioni alternative (come questa), house rules e classi personalizzate, andando a creare nel tempo una vera e propria GLOGosfera in continua evoluzione. In The GLOG Hack, Sam ha preso la versione del GLOG di Skerples * e l'ha mescolato con la seconda edizione di The Black Hack . Poi ha aggiunto un pizzico di Into the Odd e ha frullato insieme tutti gli ingredienti per ottenere una bevanda meravigliosamente disgustosa: The GLOG Hack. Questa traduzione porta in Italia per la prima volta una versione del GLOG completa e giocabile, facilmente compatibile con qualsiasi prodotto Old School. E soprattutto gratuita. Scaricalo cliccando  qui Ingredienti principali - Meno matem

Terminus Radioso, parte 4.7 - Kersai Gishiga, cacciatore coriachi

Immagine
  Kersai è stato allontanato diversi anni fa dalla sua gente e ora si guadagna da vivere offrendo i suoi occhi e il suo fucile al miglior offerente. Nessuno conosce le ragioni dell'esilio di Kersai e i suoi problemi con la lingua imperiale non favoriscono certo la comunicazione. Ma la conoscenza approfondita della taiga e l’abitudine a non fare domande, fanno di lui una risorsa molto preziosa e contesa a Posidonia. Obiettivo: apprendere la lingua imperiale e diventare un cittadino rispettato. 1d6 dicerie: Kersai deve consegnare un fagotto alla vecchia Eke, presso la sua tribù nel cuore della taiga, a nord di Posidonia. Non può però avvicinarsi alla sua gente senza rischiare di essere ammazzato come un cane.  I mistici vorrebbero farne il più grande esploratore dell’abisso, ma Kersai sembra esserne terrorizzato, nonostante il fatto che il lago nero sia un luogo sacro e venerato dai coriachi. Kersai ha abbracciato la Tempesta, rinnegando gli antichi dei. Si dice che questa sia la cau